Pulitura nel Restauro

Nanotecnologia protezione MONUMENTI

 

IL PROBLEMA

Sulle superfici lapidee e i manufatti di interesse storico-artistico lo sporco, le patine e le incrostazioni possono provocare alterazioni irreversibili del materiale originale, inevitabilmente dannose per la conservazione.

La loro pulitura può essere effettuata utilizzando metodi meccanici/fisici o mediante prodotti chimici.

Il processo di pulitura deve essere ben controllabile in ogni sua fase, graduabile e selettivo, e non deve produrre materiali dannosi per la conservazione della pietra (es.: sali solubili). Inoltre non deve produrre modificazioni fisiche, quali microfratture o forti abrasioni sulla superficie pulita, che possano accelerare il deterioramento per aumento della porosità.

LA PULITURA LASER

L’ablazione laser è uno dei più importanti effetti di irraggiamento fra quelli che possono  essere indotti nei materiali otticamente assorbenti.

La pulitura laser è un caso particolare di ablazione laser dove uno strato specifico viene riportato alla luce attraverso la rimozione di strati indesiderati.

L’ablazione laser mostra in effetti molti vantaggi rispetto a metodi chimici e meccanici di pulitura tradizionali in termini di gradualità, auto-terminazione, selettività ed impatto ambientale.

La pulitura laser di materiali lapidei è la principale applicazione di questo metodo: la crosta nera è facilmente rimossa dal substrato lapideo senza arrecargli alcun danno. Il laser, grazie alla sua gradualità e selettività, è inoltre capace di preservare la cosiddetta “patina del tempo” che può essere rinvenuta in molti manufatti antichi.

 

LA SOLUZIONE

La nostra gamma prodotti comprende detergenti a pH controllato in grado di garantire il rispetto del materiale, dell’operatore e dell’ambiente esterno, grazie ai tensioattivi biodegradabili contenuti al loro interno.

I pulitori con pH neutro possono essere utilizzati anche con tempi di contatto lunghi con la tecnica ad impacco, oppure addensati in fase gel, lavorando in modo graduale e maggiormente controllabile.

Una particolare attenzione per quanto riguarda i detergenti della gamma restauro è rivolta alla compatibilità e al rispetto dei materiali lapidei o manufatti di interesse storico-artistico e al basso impatto ambientale.

 

IL RISULTATO

4WARD360

 

I VANTAGGI CON HPLAB

Nanotecnologia

Azione graduale e selettiva
Non alterano la naturale patina di invecchiamento
Compatibili con tutte le tipologie di pietre naturali grazie ai pH neutri
Rispettano i materiali senza interagire con le superfici
REVERSIBILI